sabato 14 dicembre 2013

Le spiagge di Patmos : Pikri Nerò, la remota


Un' insenatura a Gheranos. Sullo sfondo, gli isolotti di Kentronisi e Agios Georgios 

Mi piacciono le spiagge selvatiche, senza lettini,  ombrelloni, bar e taverne. E possibilmente, poco frequentate. 
Per questo, quelle che si trovano nella zona del golfo di Gheranos sono le mie preferite. Sono le più lontane da Skala e si trovano sulla costa nord-est di Patmos, sotto la chiesetta della Panaghia Geranos
Lo scorso giugno la strada che da Liginou arriva fin qui era ancora sterrata, ma temo che non resterà così a lungo, almeno a giudicare dal visibile allargamento della carreggiata e dalle tracce di cantiere che ho incontrato sul percorso.


La strada sterrata per Gheranos

Spero solo che almeno questa parte dell'isola sia preservata dagli scempi edilizi che ho visto poco più a sud, sopra le due magnifiche spiagge gemelle di Didimes e a Liginou.

Per raggiungere Gheranos è necessario un mezzo, auto,  moto o bici che sia, da parcheggiare nello spiazzo sottostante la chiesa. Altrimenti, avendo tempo e gambe, e muovendosi quando non fa troppo caldo, si può arrivare anche a piedi, seguendo il sentiero n 7 da Vagia.
Comunque la si voglia percorrere, la strada offre panorami ancora incontaminati e meravigliosi scorci sui due versanti dell'isola. 


Veduta dalla strada, verso Gheranos

Dallo spiazzo sottostante la chiesa, si dipartono diversi sentieri : bisogna imboccare la parte di sentiero che porta a Delipothitou e,  dopo poche decine di metri, si trova una biforcazione che conduce alle spiagge subito in basso.


Le indicazioni dei sentieri, sul piazzale della chiesa

La deviazione di sinistra arriva alla lunga spiaggia di sabbia e ciottoli immediatamente sotto alla chiesa. 
L'acqua è limpidissima specie nella prima parte, e c'è anche una specie di boschetto appoggiato alla parete rocciosa che permette di stare un po' all'ombra. 
Più a nord, diventa difficile camminare sulla battigia a causa dei sassi e della conformazione quasi paludosa della zona.

La prima,  lunga spiaggia sotto Gheranos
Seguendo invece la deviazione del sentiero che va verso destra, si arriva ad una insenatura più piccola, incantevole e appartata, ombreggiata da una solitaria tamerice. 
Alle spalle della spiaggia, un tappeto di vegetazione formata da arbusti e cespugli aromatici e il silenzio, rotto solo dai richiami degli uccelli rapaci.

La seconda, più piccola spiaggia sotto Gheranos
In questo incanto ho avuto la fortuna di rimanere indisturbata per quasi un giorno intero, ubriacandomi di sole e  godendo dell'eccezionale trasparenza del mare. 
Volendo, subito dietro il piccolo molo c'è un'altra insenatura, ancora più piccola e appartata.

Se si intende passare qui molto tempo, è bene munirsi di acqua e cibo, perchè la taverna più vicina si trova sopra la spiaggia di Livadi Pothitou, a qualche kilometro di distanza. 

    

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...